Sviluppo cognitivo e funzioni cerebrali

Il cervello è un insieme di connessioni, contatti, relazioni. Come organo ricorda stranamente l’intestino. Quella delle circonvoluzioni ovviamente è una strategia della natura per riempire piccoli volumi con molta massa. Ma c’è un’altra relazione, riguarda le capacità cognitive di entrambi. Con Bodytalk queste possono essere ripristinate e ricollegate tra loro.

Tanto del nostro mondo conoscitivo, relazionale e cognitivo, che siamo abituati a riferire al cervello, si riflette in realtà nelle nostre viscere dove governa la realtà fisica legata al dominio e alle memorie delle nostre esperienze.
Con bodytalk è possibile aiutare queste memorie e associazioni che si sono radicate creando risposte fisiologiche automatiche, a ritrovare una sorta di neutralità che le libera della loro carica eccessiva e destabilizzante. È così possibile ripristinare connessioni pure, senza filtri. In cui la funzione è eseguita semplicemente. Efficacemente. Inutile dire che ciò provoca la liberazione dei percorsi neurologici che possono quindi svolgere il proprio lavoro.

Tecnicamente il corpo umano è dotato di un terzo cervello che risiede nel cuore e che ha la funzione di preservare la nostra centralità, mantenerne il valore, mentre ci relazioniamo al mondo. È l’intelligenza della relazione. Essa va altresì collegata al circuito neurologico del cervello della testa e del cervello del ventre per un’adeguata e bilanciata attività conoscitiva, esperienziale e relazionale.

Per farci cioè sentire a casa nella nostra pelle e in un mondo di cui riusciamo a cogliere il senso.