Blog

L’arte di mantenersi giovani e l’intelligenza del corpo

Sleeping Woman di Man Ray

Sottoponendosi a regolari sessioni BodyTalk è come se si allenasse il corpo a mettere in pratica e a sviluppare la propria intelligenza. Abituandolo a monitorare a fondo l’organismo e ad offrirgli manutenzione sistematica. Risvegliando quelle parti e quelle funzioni che sonnecchiano. O che per qualche sovrapposizione di coscienza, confusione, equivoco o contraddizione, non svolgono appieno la propria mansione.

Le cellule, i tessuti, gli organi, il network di comunicazione del sistema nervoso, circolatorio, linfatico e tutti gli elementi del circuito corpo-mente vengono abituati a una maggiore consapevolezza delle loro funzioni e ad una sincronizzazione che consente ad ognuno di operare al meglio.

Con Bodytalk l’intelligenza del corpo può risvegliarsi e ricordare a quelle parti che vengono usate in modo improprio o parziale come funzionare correttamente. Esse vengono quindi ricollegate al proprio compito e alla ragione della propria funzione nell’insieme. Sono risvegliate e motivate. Viene restituita loro la certezza dell’operato corretto, nel giusto ritmo.

Siamo in una società conflittuale e confusa e parte di questa confusione ce la portiamo addosso. Finisce con l’incarnarsi in noi e confondere anche il nostro funzionamento interno, che magari registra ordini contraddittori e li applica all’infinito fino a che non sopravviene una regolazione migliore. Intelligente.

Inoltre viviamo in un ambiente inquinato altamente tossico e quindi periodicamente il nostro sistema di depurazione e disintossicazione va lui stesso monitorato e aggiornato. Molto spesso infatti alcune vie di depurazione del fegato sono talmente congestionate da non riuscire più a stare al passo con il lavoro. In molte persone le capacità di disintossicazione di routine sono limitate a percentuali bassissime. Si creano così accumuli di sostanze tossiche nei grassi e nei tessuti del corpo, che poi contaminano tutto il sistema.

È quindi molto importante, quando la saggezza innata ritiene che sia il momento opportuno, fare un lavoro epigenetico che vada a monitorare a livello intracellulare in che condizioni siano le vie epatiche di depurazione del corpo.

Oltre al disordine e alla confusione che può regnare e generare mal funzionamento negli organi, oltre ai livelli di tossine che possono essere troppo elevati, un altro fattore importante di invecchiamento riguarda lo stato dei cromosomi e la duplicazione cellulare.

In ogni cellula, nel nucleo, in ogni cromosoma sono condensati nell’infinitamente piccolo 2 m di DNA. Un packaging geniale che racchiude in ogni cellula tutte le informazioni di cui il corpo ha bisogno per procedere e creare ciò che gli serve. La ricerca scientifica ha capito che con l’avanzare del tempo, con le continue duplicazioni cellulari, la parte finale del cromosoma che si chiama telomero, finisce con l’accorciarsi un pò. Perde un pochino delle informazioni che contiene. Se lo comparassimo a un tessuto è come se i fili dei bordi si sfilacciassero perdendo la loro trama. È stato scoperto che questo sfilacciamento, questa perdita di definizione dei cappucci finali dei cromosomi è fortemente responsabile dell’invecchiamento organico. Ma ogni sistema corporeo è naturalmente provvisto di meccanismi di riparazione e mantenimento contro danni e usura.

L'accorciamento dei telomeri con la divisione cellulare.

Ora, nei tempi e nelle modalità appropriate per il soggetto, cioè nel giusto ordine sequenziale rispetto ad eventuali altre priorità, con BodyTalk è possibile intervenire in modo da incrementare questi sistemi di auto-mantenimento e manutenzione cellulare che quotidianamente assicurano la riparazione di eventuali danni.

Intervenendo in questo modo sui telomeri dei cromosomi e facendo in modo che la loro integrità venga mantenuta, si arginano in maniera notevole le cause organiche dell’invecchiamento. Studi attendibili hanno anche osservato come uno stile di vita adeguato e un’alimentazione equilibrata e ricca di verdure fresche e crude influenzino la lunghezza dei telomeri, con notevole impatto positivo sull’aspetto e sulla salute.

Naturalmente quindi l’arte di mantenersi giovani include un’alimentazione sana, esercizio, risposte adeguate allo stress per sfogarlo quando serve, e uno stile di vita che sappia soddisfarci e corrispondere alle nostre esigenze. Dipende cioè da quanto riusciamo a crearci circostanze concrete che possano farci esprimere i nostri bisogni e i nostri talenti. Da quanto riusciamo a smaltire e riversare al di fuori, far fiorire, la nostra carica psicologica che altrimenti si trasformerebbe in un bagaglio che ci portiamo addosso, appesantendoci.

In un certo senso per invecchiare bene bisogna vivere e aver vissuto appieno la propria storia. Aver risposto alle chiamate che la vita ci ha fatto, sentendo di aver compiuto ciò che intimamente dovevamo. E se questo non è stato possibile nei termini che avremmo desiderato, consentirci di allearci con noi stessi per venire a termini con quegli aspetti e quelle contraddizioni che sono stati invece motivo di dolore e di cruccio.

Allearci con noi stessi vuol semplicemente dire imparare ad essere i nostri migliori amici e abituarci ad offrirci quei riguardi e quella comprensione che sappiamo usare così bene con loro.

____

Qui alcuni riferimenti alla ricerca scientifica sui telomeri.

 

***

In apertura Sleeping Woman di Man Ray.

You Might Also Like