Blog

Cosa sono le Matrici

Nel protocollo di BodyTalk, tra gli elementi che possono venire ribilanciati e “aggiornati” ci sono anche le Matrici: nuclei di credenze dal colorito coinvolgimento emozionale. Associazioni di idee e pensieri con una forte carica emotiva, che si sono intrinsecamente collegate tra loro.
Se durante una sessione dovesse emergere una Matrice, significa che secondo l’intelligenza innata del corpo, in quel momento, la persona è pronta a riconfigurare un suo sistema di credenze personale e/o relazionale. Significa che è possibile ricalibrare, equilibrare o lasciare andare, a seconda del caso, specifici stati di coscienza e paradigmi che evidentemente sono diventati limitanti per l’evoluzione della sua identità.

Nel corso della nostra esistenza, educazione ed esperienza, elaboriamo considerevoli “teorie” sulla vita e sul mondo. Spesso fin troppo presto: da bambini. Traiamo conclusioni anche abbastanza “definitive” basate sulle esperienze che viviamo e sul nostro ambiente. Stabiliamo quello che ci piace, quello che sappiamo o non sappiamo fare, come ci si debba comportare in determinate situazioni, cosa sia opportuno/inopportuno, come dovrebbe essere un (vero) uomo, una donna, una madre, che cosa vogliano gli altri da noi, etc.
Creiamo insomma delle Matrici. Forme di pensieri e credenze interconnesse a specifiche emozioni e memorie che poi determinano in modo inconscio e automatico i criteri selettivi che applichiamo nella percezione della realtà. Oltre che determinare le dinamiche delle nostre configurazioni interne, energetiche e fisiologiche.

Si tratta quindi di veri e propri campi morfogenetici che formano i principi attorno a cui si ordina e regola il nostro sistema.

In senso naturale determinano il nostro carattere e gli aspetti della nostra personalità. In senso patologico, invece, ci “incastrano” in ruoli, personaggi, maschere da cui non riusciamo a liberarci o nei quali entriamo senza preavviso.
Alcune Matrici sono talmente radicate in noi che appartengono alla storia intrinseca della nostra essenza. Altre le assorbiamo ed ereditiamo dalle visioni dei nostri genitori, dalle tradizioni di famiglia, oppure le modelliamo in contrapposizione ad esse. Possono venirci ispirate da persone e contesti con cui veniamo in contatto, da esperienze sgradevoli o traumi.

Per esempio una Matrice Primaria Femminile riguarda l’insieme di pensieri/emozioni/memorie sul femminile che il contesto storico, le donne, gli uomini e le esperienze della mia vita possono avermi ispirato. Credenze specifiche sul ruolo delle donne, paure, ansie, tabù, modalità di relazione, divieti, giudizi, valori, limiti, etc.

Wonder Woman is Diana Prince
Sono quindi “dati” precisi, iscritti nell’essere, associazioni automatiche registrate a livello inconscio, che non sempre “lavorano per noi”, ma che comunque guidano i nostri parametri cognitivi ed i nostri comportamenti. Che ci piaccia o meno.

Sovrapposizioni che, anche a livello fisico, prendono a volte “troppo” spazio, usando la nostra energia, o che magari sono andate fuori fase localizzandosi in aree del corpo che non sono adeguate a riceverle, creandovi sintomi e scompensi.

Perfortuna, a volte, siamo pronti ad andare oltre. Il nostro sistema ha però bisogno di un input aggiuntivo per fuoriuscire dai binari del suo funzionamento automatizzato e ordinario, per poter fare il salto che lo porterà a lasciare andare i vecchi parametri e sostituirli con un “aggiornamento”, una versione più avanzata.

Con Bodytalk quindi, seguendo le indicazioni e le sequenze proposte dall’intelligenza innata del corpo è possibile cogliere il momento giusto per consentire al circuito corpo-mente di ritrovare un nuovo assetto e – proprio come se si trattasse di un upgrade – “aggiornare” i programmi che guidano il suo operare. Sia in senso relazionale, nella vita di tutti i giorni, che in senso fisiologico, nelle relazioni e negli scambi che avvengono nel corpo stesso.

Un upgrade che magari riguarda un dettaglio ignorato o dimenticato, di cui non siamo minimamente consapevoli, ma che può cambiare alcune delle regole obsolete che hanno tutt’ora il potere di dirigere la nostra vita.

Reset!

You Might Also Like