Blog

Seminari residenziali Bodytalk

https://www.lonelyspeck.com/star-trails-and-moonlit-landscapes-tutorial/

Recentemente ho deciso di cominciare a lavorare anche in gruppo, come fosse un passo naturale verso cui mi sento spinta spontaneamente.

Da un lato c’è l’esigenza di condividere il fortissimo insegnamento che ricevo ogni volta che mi trovo in natura per periodi considerevoli. Dall’altro la consapevolezza che siamo tutti in una rete di relazioni, che Bodytalk stesso lavora ripristinando relazioni, e che il contesto del gruppo consente un’amplificazione decisamente positiva.

O meglio, alcuni temi vanno affrontati individualmente, nelle sessioni a tu per tu, ma altri, condivisi da più persone, ricevono la risoluzione che meritano se vengono trattati in un contesto di gruppo. Dopotutto in quanto umani condividiamo la stessa Storia, siamo tutti tasselli più o meno complementari della Storia Collettiva. Una sorta di sottotesto che ci accomuna tutti.

E non solo. La Natura, la biologia, i sistemi energetici, funzionano per relazioni, connessioni, livelli. Sono multipli. Ogni elemento è costantemente relazionato ad altri elementi dell’insieme e al tutto.

Nel corso degli ultimi 9 anni la mia dedizione a Bodytalk ha consentito una sorta di risveglio di tutto il mio apparato ricettivo, permettendomi di cominciare a notare certe strategie che il corpo e la mente sembrano adottare per proteggersi. Ad osservare regole e leggi della natura, che agiscono consentendo una compensazione laddove vige uno squilibrio.

Per questo ho deciso di cominciare a praticare Bodytalk immersi nella Natura, nel contesto di seminari residenziali di almeno tre giorni, per mettere in pratica insieme alla Natura, ciò che ho imparato. Ciò che essa mi ha mostrato.

La relazione con la saggezza innata in un contesto collettivo consente di far emergere quelle connessioni che servono a tutti, di cui tutti possono beneficiare. Oltretutto questa società ha deviato e deformato alcuni equilibri creando sintomi psicologici o fisici che si assomigliano, dal senso di rifiuto, al timore di non essere amati, alla paura di sbagliare, a quella di far male, di essere abbandonati o incapaci.

È quindi possibile trovare quelle connessioni che consentono un rilascio, per poi ripristinare un nuovo assetto equilibrato, che funzionano su ogni singolo umano del pianeta.

Inoltre gran parte dei nostri fantasmi e draghi riguardano il rapporto con noi stessi e con la Terra, il materno che è in noi, il sostegno, il nutrimento, l’amore.

Il fatto di essere guidati dalla saggezza innata del corpo consente un percorso sicuro e naturale che comunque saprà rispettare i ritmi di ognuno, ma potrà anche fare vivere l’emozione solidale e condivisa di un benessere e di una connessione rinnovata con gli altri.

Ho ideato diversi percorsi che hanno tutti alla radice l’obiettivo di ripristinare un autentico Contatto con la Terra. Il che significa un contatto autentico col nostro Corpo, con il nostro Sentire e con l’Onestà che ci serve per accettarci completamente.

È necessario ritrovare e comprendere quelle relazioni spaziali e temporali che la Terra utilizza nel creare, attraverso cui la Natura opera nelle sue tessiture della vita. Il corpo è tale nello spazio e nel tempo e deve poter rinnovare questo comprensione. La sua consapevolezza dell’orientamento e del ritmo.

Anni di cultura astratta e cittadina ci hanno completamente alienato dal contesto intuitivo del nostro funzionamento interno, confondendo il corpo e le sue cellule.

Vanno ripristinati il giusto senso dell’orientamento e la percezione della giusta misura attraverso un lavoro di risveglio delle capacità di comprendere le diverse energie incarnate dai punti cardinali. Essi incarnano le forze fisiche e metafisiche che agiscono in noi e nella natura. Ritrovare la comprensione del loro linguaggio significa ritrovare l’orientamento e la sicurezza di un buon equilibrio. Significa riconnettersi con la tessitura della realtà e comprenderne meglio gli scopi.

Attraverso 3 seminari in successione voglio percorrere a 360° il nostro rapporto con la Terra, risvegliandolo. Andando a rilasciare e risolvere tutti quegli aspetti che per una ragione o per l’altra lo ostacolano o lo fraintendono, interrompendo il flusso di comunicazione e comprensione.

L’obiettivo è quello di ridestare nelle persone la consapevolezza della Terra come Coscienza Planetaria, offrendo parimenti gli strumenti per poterla captare e comprendere.

Aiutare a riaprire quella porta così naturale e assoluta che portiamo tutti al centro del nostro Essere.

Offrendo strumenti ed esperienze dedicate per riprendere il contatto con Gaia, i seminari residenziali si articolano attraverso un percorso mirato il cui obiettivo è di consentire a ognuno di riaprire la propria porta interiore che lo connette con la Coscienza della Terra. Quest’apertura consente di ritrovare la sensibilità per comprendere il linguaggio sottile e la bellezza degli Spiriti della Natura.

Il primo incontro si chiama: Contatto con la Terra dentro di noi.

Il secondo: Contatto con la Terra, ritrovare la pace.

Il terzo: Contatto con la Terra, il cuore e l’Anima del Mondo.

Ogni seminario dura tre giorni + la serata iniziale in cui ognuno trova la chiave e il tema su cui lavorare.

You Might Also Like