Linee guida

Con BodyTalk si lavora seguendo le indicazioni della saggezza innata del corpo e ripristinando o istituendo collegamenti e rilasci da essa suggeriti.

Le premesse sono:

1. La capacità del corpo di guarirsi da solo grazie alla saggezza innata del corpo.

Per saggezza innata del corpo si intende quel principio intelligente che sincronizza la sinfonia delle molteplici attività simultanee che operano nell’individuo a prescindere dalla sua attenzione. Essa gestisce l’organismo mantenendolo sempre in omeostasi e cioè nel miglior equilibrio possibile, considerate tutte le condizioni presenti in risposta all’ambiente e ai livelli effettivi di funzionalità interna. Un principio di autoregolamentazione che provvede a risolvere automaticamente qualsiasi interferenza o danno, che si tratti della cicatrizzazione di una ferita o di una serie di operazioni, anche psicologiche ed epigenetiche, più complesse.

2. Rispettare l’unicità dell’ordine sequenziale suggerito dalla saggezza del corpo.

Grazie ad un bio-feedback muscolare BodyTalk interpella direttamente la saggezza innata del corpo del cliente per ottenere le sequenze prioritarie specifiche da essa indicate, necessarie a risvegliare il processo di guarigione. Proprio come il corpo guarisce una ferita seguendo una sequenza particolare di risposte biochimiche, fisiche ed energetiche, cosi affronta qualsiasi guarigione con un certo ordine sequenziale.

circuito elettr

3. I circuiti energetici del corpo-mente sono la forma di comunicazione primaria per lo scambio di informazione all’interno e all’esterno del sistema corpo-mente.

Ogni singola cellula, atomo e  sistema è in costante comunicazione con ogni altra cellula, atomo e sistema all’interno di tutto il complesso corpo-mente, in ogni momento. Questo include la comunicazione che avviene sia attraverso il sistema nervoso che attraverso gli altri circuiti di energia sottile del corpo, come i meridiani e tutte le frequenze elettromagnetiche prodotte dagli organi e dal corpo durante il suo funzionamento. Inoltre il corpo-mente viene considerato nel suo essere un sistema dinamico aperto in continua interazione con l’ambiente circostante, da cui viene condizionato e coinvolto.

bodyTalkOverview1

4. Ripristinare quei collegamenti e relazioni indicate come fasi necessarie alla guarigione, che sono state compromesse e usurate dallo stress.

Lo stress sovraccarica i circuiti energetici del corpo, causandone il malfunzionamento. E’ come infilare troppe elettrodomestici su una sola presa elettrica provocando un cortocircuito. Salta un fusibile e bisogna sostituirlo. Ma se il corpo è costantemente sovrastimolato, non riuscirà a risistemare da solo tutti i circuiti compromessi. Il che, in ultimo, porta alla degenerazione, alla malattia e al dolore, segnali che il sistema non riesce più ad autoregolamentarsi in maniera adeguata.

Sotto stress il corpo si ritrova a vivere in stato di costante allarme rosso, cioè in una modalità di pericolo in cui le energie vengono destinate alla fuga o alla lotta (fight or flight response) a danno dei normali processi fisiologici, per essere invece indirizzate alle gambe e alle braccia. Creando così un eccesso di energia negli arti (che poi si cristallizza perché non viene utilizzato) e una costante carenza energetica nei processi metabolici degli organi vitali. Questo squilibrio è diventato cronico nella nostra società ed è responsabile della maggior parte degli scompensi della salute.

5. Tutte le malattie che si trovano nel corpo sono riflesse nel cervello a qualche livello.

Se, per esempio, nel cervello c’è una connessione neurologica disconnessa o mal organizzata, allora questo si rifletterà nel complesso corpo-mente sotto forma di malfunzionamento fisico, mentale, bio-chimico o altro.

profile-digits

Integrare e riconnettere tra loro i due emisferi cerebrali, permette quindi al corpo di gestire meglio molte problematiche comuni. Il cervello deve poter funzionare in maniera integrata utilizzando le facoltà di entrambi gli emisferi par dare, a qualsiasi livello,  attenzione sia ai dettagli (emisfero sinistro) che ad una visone d’insieme (emisfero destro).

Why Science Needs Art -- University of California
A questo proposito, la Tecnica delle Cortecce è una delle più importanti tecniche di riequilibrio energetico del Sistema BodyTalk ed è stata messa a disposizione del pubblico perché tutti possano trarne beneficio.

6. Non anteporre una diagnosi esterna, seguendo l’unicità di ognuno.

Ascoltando l’unicità di ognuno, BodyTalk asseconda e risveglia il processo di guarigione specifico di ogni corpo-mente. Seguendone la natura peculiare e preziosa.
Si parte infatti dal presupposto che, se anche due persone manifestano sintomi identici, i collegamenti necessari per ribilanciare il loro stato di salute possono essere completamente diversi. Non ci saranno mai due sessioni uguali, come non ci saranno mai due persone uguali. Anche nella cura, il rispetto della biodiversità.

7. Con il risultato di risolvere anche quei sintomi che non sembrano avere una relazione tra loro.

Con questo approccio, BodyTalk riesce anche a ribilanciare tutti quei sintomi disparati e apparentemente scollegati, che in una prospettiva occidentale non sono messi in relazione e quindi non riescono ad essere risolti. Ma che invece possono essere aspetti multipli di un unico squilibrio che agisce su più fronti.

corpo-giardino east medicine

Il corpo concepito come una macchina con pezzi di ricambio nella medicina tradizionale occidentale e il corpo come ecosistema nella medicina orientale. Illustrazione dal testo “Between Heaven and Earth” di H. Beinfield.

8. Includere l’evoluzione personale e il cammino della propria Anima nell’equazione di guarigione.

Lavorare con l’intelligenza innata del corpo consente di procedere tenendo in considerazione il proprio obiettivo evolutivo seguendo e facilitando l’accesso e la comprensione del proprio percorso sulla Terra.

8. Risvegliare l’intelligenza corporea allineando Anima e Corpo attraverso la sequenza di collegamenti che per noi funziona meglio.

L’allineamento e il risveglio di tutti i nostri centri cognitivi – il cervello del ventre, il cervello del cuore e il cervello della testa – consente di destare nel nostro corpo nuove capacità d’orientamento, di sintesi e di risoluzione, accendendo a livello fisico e psicologico destrezza e abilità che in molti giacciono assopite.

« prev

next »