Origini e sviluppo

Coniato da John Veltheim negli anni ’90, BodyTalk è un sistema in continua evoluzione, che si rivolge all’individuo nel suo complesso, riconoscendone la sincronicità ed unicità, senza limitarsi a considerarne aspetti parziali, come se fossero isolati e autonomi.

John Veltheim
Fondatore del Sistema BodyTalk

John Veltheim foto

Australiano, ma attualmente residente in Florida dove ha sede l’IBA, l’Associazione Internazionale del Sistema BodyTalk, John Veltheim si è formato in agopuntura tradizionale cinese e in chiropratica, ma i suoi studi includono la kinesiologia applicata, la bioenergetica, l’osteopatia, la medicina sportiva, il counseling, le neuro-scienze, le filosofie comparate e la teologia.

Ha gestito per per oltre 15 anni una clinica di grande successo a Brisbane, in cui ogni giorno visitava un centinaio di pazienti, oltre ad insegnare al Brisbane College of Acupuncture and Natural Therapies, per 5 anni.

L’intenso ritmo lavorativo, però, mise a dura prova la sua salute. A causa di una febbre apparentemente incurabile durata 3 anni, negli anni ’90, si ritrovò a cercare le soluzioni più disparate per guarirne, senza risultati. Aveva contratto il virus di Epstein Bar. Finché dopo una sua conferenza, una collega vedendolo provato, gli propose una tecnica che aveva appena imparato. Includeva un leggero picchiettamento sulla sommità della testa e sullo sterno. E funzionò: la febbre sparì nel giro di poco. Al che John Veltheim cercò di saperne di più: – “Cos’era successo?” Ma la risposta fu: – ” Non ne ho idea, so solo che funziona. Prova tu a capirci qualcosa…” Accettata la sfida, John passò anni a cercare di rispondere a quella domanda per capire che settori del corpo venissero stimolati alla guarigione e quali fattori fossero determinanti. Era come se a seguito di quei tocchi intermittenti, quel lieve picchiettio, il suo sistema immunitario fosse riuscito a organizzarsi per una nuova strategia di difesa.

Da quella ricerca è nato, nel corso del tempo, il Sistema BodyTalk.

Grazie alla sue molteplici conoscenze e alla sintesi di pratiche diverse ne derivò un vero e proprio Sistema di Cura multicomprensivo, che riusciva a indirizzarsi ad un ampio spettro di disagi e non solo ai virus. Naturalmente la tecnica che lo guarì venne inclusa: si tratta infatti di Body Chemistry, Chimica del corpo, che tutt’ora conferma la sua efficacia.

Una sintesi pratico-teorica all’avanguardia

Grazie al background multiculturale di John Veltheim ed essendo un sistema dinamico in continua evoluzione, BodyTalk integra, in una prospettiva contemporanea all’avanguardia, tecniche mutuate sia dalla cultura Occidentale che da diverse discipline Orientali.

  • I risultati delle più recenti ricerche fisiologiche legate alle neuroscienze, all’epigenetica e alla biologia molecolare
  • L’antica saggezza dello Yoga
  • Le scoperte della fisica quantistica
  • I principi dinamici dei sistemi energetici della Medicina Tradizionale Cinese
  • L’osteopatia e la chiropratica
  • I quadri di flusso e di sintesi dell’Informatica
  • La Psicologia Energetica
  • Un bio-feedback neuro-muscolare simile a quello usato nella kinesiologia applicata per ricevere risposte sì/no dal corpo.

Questa natura integrativa e dinamica è anche la ragione della sua versatilità, flessibilità ed efficacia.

Uno sviluppo mondiale

Attualmente BodyTalk è insegnato in 35 paesi in 8 lingue diverse. Per fornire supporto globale ai praticanti di BodyTalk oltre alla sede centrale dell’IBA in Florida, ci sono altri uffici operativi in Germania e in Australia, mentre altri paesi come il Brasile e il Sud Africa sono in coda per aprirne di nuovi.

« prev

next »