Una sessione

Ogni sessione si svolge tramite: 1) una fase d’esplorazione dove con un un bio-feedback muscolare, si ottengono dall’intelligenza innata del corpo le connessioni prioritarie da ricollegare e 2) una fase di implementazione e picchiettamento attraverso cui i nuovi links vengono registrati e integrati nei processi corporei come nuovi parametri guida.

Sessione a un bambino e alla madre. Photo-Taryn-Edge

Sessione a un bambino e alla madre. Photo-Taryn-Edge

Esplorazione

Ci si sdraia vestiti su un lettino e ci si rilassa. Il bodytalker comincia allora a muoverci l’avambraccio lievemente per ottenere risposte si-no dal corpo. Questo bio-feedback neuro-muscolare, l’uso integrato degli emisferi cerebrali ed un protocollo di domande mirate gli consentono di sintonizzarsi sull’intelligenza innata del corpo, individuando gli elementi che devono essere ricollegati secondo un ordine prioritario specificio che ci appartiene nel profondo.

Emergono formule e links che corrispondono agli elementi fondanti e preliminari per eventuali passaggi successivi, che servono a ripristinare una salute durevole a partire dalle fondamenta. L’ordine sequenziale è molto importante perché riguarda le connessioni di cui noi abbiamo bisogno per bilanciare le cause che sottendono i sintomi e la rete di relazioni ad essi collegate.

Per es. in vista di una disintossicazione del fegato, la saggezza innata del corpo potrebbe ritenere opportuno rafforzare prima i reni e la vescica, qualora fossero indeboliti. Così quando il fegato comincerà a eliminare tossine, l’organismo sarà preparato ad evacuarle.

Solo l’intelligenza innata del corpo, che di fatto monitora costantemente tutto il sistema, può essere a conoscenza delle condizioni effettive di tutti i circuiti fisiologici e delle implicazioni di ogni singolo passaggio per l’insieme. Le indicazioni che si ottengono corrispondono quindi alle nostre dinamiche interne, che nella loro unicità sono diverse da quelle di chiunque altro. Il fatto che emerga una connessione piuttosto che un’altra, significa che quella è la modalità che il nostro corpo è in grado di gestire e noi di comprendere in quel momento della nostra vita.

Una volta individuate le connessioni necessarie, quasi si trattasse dello scan che fa un computer al suo sistema operativo, queste devono essere attivate, in modo da poter essere incluse nei nuovi parametri del corpo.

Implementazione

È necessario quindi che i tre cervelli che governano l’essere umano, testa, cuore e ventre vengano stimolati perché possano sincronizzarsi e allineare la loro attenzione sulle connessioni emerse. Per aiutare l’organismo a registrare e includere i nuovi parametri nel suo funzionamento quotidiano, si dovranno sollecitare gli emisferi cerebrali, il cuore e il ventre con un lieve picchiettamento che risveglierà la coscienza in quella zona.

Si coinvolge il cervello, nostra centrale operativa, posizionando le mani sulle parti del corpo che sono state suggerite e simultaneamente picchiettando delicatamente entrambi gli emisferi.

Questo picchiettamento risveglia l’attenzione delle funzioni cerebrali e della coscienza, facendole concentrare sui punti del corpo indicati con l’obiettivo di ripristinare la loro comunicazione energetica e fisiologica senza le precedenti interferenze e distorsioni.

Lo stesso picchiettamento si ripete sul ventre, che nelle membrane dell’intestino racchiude un cervello. Le sue circonvoluzioni ricordano in effetti quelle della materia grigia, le sue membrane processano memorie, esperienze e stati di coscienza oltre che cibo.

Poi si procede con il picchiettamento sul cuore, il nostro motore centrale, per dare la possibilità al corpo di registrare i nuovi parametri, rendendoli parte integrante del sistema.

Così facendo si crea una sorta di onda di allineamento che coinvolge tutti gli aspetti cognitivi del corpo-mente, consentendogli un nuovo unisono in relazione al tema in corso.

onde gravitazionali Einstein

In inglese si dice: know by heart, imparare a memoria. E, in effetti, il cuore, il cui campo magnetico è estremamente più potente di quello del cervello della testa, è la memoria di tutto il nostro essere. Tornando alla metafora del computer è come schiacciare salva prima di chiudere un documento. O, in senso più ampio, è come riavviare il sistema dopo aver installato un nuovo programma.

Infatti, nel cuore sorge il battito cardiaco, che informa continuamente il sistema nervoso, portando le informazioni necessarie a tutte le cellule. Questo significa che il nuovo stato di salute viene instantaneamente comunicato a tutto l’organismo. E che nei minuti, ore, settimane successive, a seconda dei tempi del caso e del soggetto, il corpo-mente potrà riorganizzarsi in maniera adeguata e operare le corrispondente trasformazioni biochimiche e fisiologiche.

BodyTalkPrinciples1
Dopo ogni singola fase di implementazione, si chiede all’intelligenza innata se la nuova connessione sia stata integrata e in caso di risposta positiva si procede all’esplorazione successiva. Mentre in caso di risposta negativa si ripete l’implementazione o si da semplicemente più tempo alla persona per completare il download dell’informazione.

L’ultima domanda del protocollo riguarda la seduta successiva, se e quando essa vada programmata, per completare i cambiamenti in corso, secondo tempi davvero appropriati alla natura del soggetto.

Quindi tutti gli appuntamenti di un ciclo di sessioni vengono presi seguendo il ritmo di guarigione personalizzato e unico di quella persona.

DURATA Circa 45 minuti/un’ ora salvo eccezioni.

ABITI COMODI Si consiglia di indossare abiti non attillati, in tessuti naturali, in modo che non ci siano interferenze o interruzioni nei flussi energetici del corpo.

La coscienza del corpo

« prev

next »