Gravidanza e parto

Poiché BodyTalk agisce in modo assolutamente non invasivo, conforme al ritmo interno di ogni singolo individuo, con la delicatezza richiesta da ogni specifico organismo, può essere usato sia durante il periodo di gestazione che durante il parto, ma anche con bambini appena nati o molto piccoli.

Le sessioni prenatali consentono sia alla madre che al bambino di prepararsi alla nascita e ribilanciare ogni tipo di tensione, conflitto e squilibrio organico possa insorgere durante la gravidanza, aiutando il corpo stesso a riattivarsi in modo naturale.

Ogni sessione offre un’inestimabile occasione per sintonizzarsi sulle vere esigenze del bambino sia a livello fisiologico che emotivo, permettendo anche al feto oltre che alla madre di liberarsi in modo fluido e delicato, senza scosse, di eventuali sovraccarichi emozionali e ottimizzare la sincronizzazione dei vari networks corporei.

Elementi di disturbo e preoccupazioni possono essere smontati mettendone in luce le cause profonde. La paura del parto può essere ridimensionata disinnescando meccanismi organici e condizionamenti culturali.

Il bambino è parte del campo emozionale di entrambi i genitori e quindi a livello energetico ne percepisce e assorbe tutte le risonanze. Queste dunque determinano e influenzano la formazione del suo campo di coscienza e del suo corpo fisico. La consapevolezza di questo potere morfologico che entrambi i genitori operano sul figlio/a durante la gestazione è di fondamentale importanza.

Inoltre il coinvolgimento attivo e consapevole del padre e della paternità nella sua accezione più radicale infondono grande sicurezza al bambino e alla madre creando le premesse per un parto naturale.

La comprensione della nascita come rapporto a tre – madre, padre, figlio/a – può decisamente contribuire alla riuscita di una buona preparazione al parto includendo anche il padre nell’equazione. Infatti, se la madre è colei che al suo interno custodisce la nuova vita, il padre è colui che può garantire la sicurezza dell’ambiente esterno, mentre il bambino è colui che, nel transitare dall’interno all’esterno, deve potersi sentire accolto e sicuro nell’ambiente che troverà venendo alla luce, per essere davvero pronto alla nascita.

Idealmente una nascita implica la spinta dall’interno all’esterno, ma anche l’accoglienza dell’esterno, che deve poter esser vissuto come amichevole, sia nella prospettiva del nascituro che in quella dei genitori. Nel mondo di oggi questo non è affatto ovvio, perché è ormai iscritto in noi l’assioma che il mondo sia freddo e insensibile oppure duro e crudele. Convinzioni che rischiano di tingere il parto della loro carica energetica. Con BodyTalk è possibile intraprendere un lavoro di smaltimento delle convinzioni che possono interferire con la gravidanza, così da facilitare un parto naturale e sicuro.

Come preparazione al parto, BodyTalk aiuta la madre ad allinearsi con la propria nascita e con il proprio lignaggio, permettendole di elaborare le proprie paure ed aspettative riguardo al dolore. Attivando così un dialogo di intimità e di fiducia con il proprio corpo, fondamentale per riconnettersi con il proprio sapere ancestrale e creare le condizioni per vivere il momento del parto con piena consapevolezza, fiducia e forza.

Anche durante il periodo delle contrazioni – non sarebbe più corretto ai fini di un’apertura parlare di dilatazioni piuttosto? – alcune tecniche di BodyTalk possono aiutare la madre a rimanere presente, centrata e calma, condizione imprescindibile per un buon travaglio.

BodyTalk consente anche una buona preparazione psico-fisica a quelle donne già madri che hanno subito un taglio cesareo e che invece ora desiderano un parto naturale, VBAC (Vaginal Birth after Caesarean). Permettendo anche di ribilanciare in maniera delicata quei neonati che hanno vissuto parti difficili, per consentire loro di riprendersi da eventuali ripercussioni fisiche ed emotive e di attivare i corrispondenti cambiamenti fisiologici ed endocrini.

Inoltre BodyTalk fornisce un valido supporto per poter comprendere e trasformare qualsiasi senso di inadeguatezza, sovraccarico o depressione post-partum possa insorgere in famiglia nei primi mesi di vita del bambino.

« prev

next »